NEWS SEGRETERIA

VIAGGIANDO PER CONOSCERE

DIARIO DI BORDO

VIAGGIO IN CAMPANIA (AMALFI, REGGIA DI CASERTA E CILENTO)

09/10/2018

Stamattina ci siamo svegliate presto dopo una notte insonne a causa dell’emozione della partenza e poi ci siamo incontrate dietro alla stazione di Saronno insieme alla nostra classe e alla B.
Prendere il primo treno che ci avrebbe portato a Porta Garibaldi è stata un’ardua impresa a causa dell’incredibile sovraffollamento. Una volta sul freccia rossa il viaggio tra un panino e una risata è passato velocemente grazie anche alla musica di sottofondo.
Arrivati a Salerno, siamo andati sul lungomare dove i professori ci hanno dato del tempo libero per svagarci e per ammirare l’incantevole panorama sulla Costiera Amalfitana e sulle montagne che circondano la città precipitando a picco nel mare. Nel pomeriggio abbiamo preso il 
traghetto per Amalfi ammirando durante il tragitto i terrazzamenti e i piccoli e pittoreschi borghi che via via si alternavano. Una volta arrivati ci siamo fermati davanti al Duomo, poi abbiamo gironzolato un po’ per il paese. Ritornati a Salerno abbiamo preso il pullman per l’hotel. Dopo esserci fatti una doccia e vestiti scendiamo per cenare e concludiamo la prima giornata ballando in un locale riservato dell’hotel e dormendo meno del dovuto a causa della troppa adrenalina.

10/10/2018

Ci siamo svegliati con grande entusiasmo e dopo una ricca colazione siamo saliti sull’autobus per andare a visitare la Reggia di Caserta, uno dei 4 siti patrimoni mondiali dell’umanità che avremo visto in questa gita. Dopo aver ammirato la magnificenza delle sale abbiamo preso l’autobus per andare a visitare i giardini e le fontane che erano distanti 3 km dalla reggia, davvero uno spettacolo unico. Ritorno all’hotel Clorinda, pranzo abbondante come sempre e poi ci siamo divisi in 2 gruppi: uno andava al mare e l’altro in piscina .
Poi siamo andati a visitare Agropoli , dove abbiamo fatto un giro per il paese . C’era un panorama spettacolare e un tramonto indimenticabile. Per concludere in bellezza una giornata già così ricca dopo cena ci siamo scatenati in numerosi balli grazie a un gruppo di musica popolare. Poi ognuno di noi si è recato nella propria camera.

11/10/2018

Partenza verso Pioppi, Costiera Cilentana, e il suo museo del mare e della dieta mediterranea. Prima la vasca tattile davvero interessante e sorprendente e poi la parte dedicata all’impatto umano sull’ecosistema marino. Al piano superiore abbiamo parlato, toccato e annusato la Dieta Mediterranea. All’uscita del museo abbiamo approfittato della bellissima giornata per immergerci nelle acque cristalline di questa località incantevole. Pranzo in spiaggia e via verso Castellabate sui luoghi del film “Benvenuti al Sud”. Per concludere visita al belvedere di Trentinara, comune con cui la nostra scuola è gemellata da due anni.

12/10/2018

Facciamo un passo indietro…La sera prima, era tempo di andare a dormire, abbiamo sentito dei forti battiti alla finestra della nostra stanza composta da me (Alessandro), Mattia, Andrea e Manuel. Abbiamo spalancato le tende, e visto una alta figura scura muoversi sul nostro balcone, era lui, il nostro professore di italiano che ci intimava di fare meno casino, nel frattempo il nostro compagno di stanza Manuel disse “mi stanno tremando le gambe” nonostante si stesse toccando i fianchi.

Dopo quest’episodio divertente ma spaventoso siamo tornati a dormire.

La mattina seguente, ci siamo svegliati presto, eravamo un po’ tristi e un po’ felici per le conseguenze che ci aspettavano, cioè lasciare il paese che ci aveva ospitato per 4 giorni. Siamo andati al caseificio dove ci hanno fatto vedere come trattavano le loro bufale e come gli escrementi venivano riciclati facendoli diventare biogas da cui si ricava l’energia elettrica e con gli scarti sono utilizzati come fertilizzanti.

In più ci hanno fatto vedere come si faceva la mozzarella con il latte delle bufale.

Dopo la visita del caseificio, ci siamo recati a visitare il museo e gli scavi archeologici di Paestum “patrimonio dell’umanità”.

La guida turistica che ci ha accompagnato, ha spiegato la storia della fondazione della città di Paestum dovuta agli antichi greci e successivamente conquistata dai romani. La bellezza di questo luogo è incantevole perché tutto si è conservato splendidamente bene nonostante siano passati 2600 anni.

Gli edifici più importanti e meglio conservati sono i templi di stile dorico e l’anfiteatro Romano.

Nel museo l’attenzione è ricaduta sulla tomba del tuffatore conservata perfettamente.

Infine, siamo andati in stazione, ora ci troviamo qui sul treno a scrivere questo testo.

paestum1 640x284   REGGIA CASERTA 640x433

BUONE VACANZE

E un altro anno è passato...

Quando ci si ferma e si volge lo sguardo alla strada percorsa, sembra che tutto sia passato in un attimo. Eppure tanto è stato fatto: quante mattine, quante settimane, quanto studio, lavoro, attività, laboratori, gite, gemellaggi, tornei, gare sportive, teatro...

Ora le tanto agognate vacanze, almeno per chi non ha esami da sostenere, e tra risate, lacrime, premiazioni, balli e canti anche l'ultimo giorno di scuola ha mostrato la iperattività della Secondaria Manzoni.

Agli studenti di terza un grande in bocca al lupo...e agli altri buone e meritate, speriamo, vacanze.

Ci rivediamo a settembre!

 

fine anno1   fine anno2    fine anno3

LEGALITA' CHIAMA NOI

1992 23 MAGGIO e 19 LUGLIO 

Due date da ricordare, due date note col nome delle stragi che le hanno segnate: Capaci e via D'Amelio.

Due date che ricordano due GRANDI UOMINI: GIOVANNI FALCONE E PAOLO BORSELLINO, e con loro tutti gli uomini delle scorte

Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Emanuela Loi, Claudio Traina e Vincenzo Fabio Li Muli  Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Morinari.

Noi della classe 1^D li abbiamo voluti ricordare realizzando il lenzuolo della Legalità: su un azzurro mare naviga la nave della Legalità con gli eroi che hanno iniziato il lavoro di lotta contro le associazioni malavitose, le Mafie. A noi il compito di non dimenticare e di portare avanti nel nostro piccolo, nelle nostre azioni quotidiane, il loro esempio, divenendo responsabili, rispettosi e onesti. 

Tutto il loro impegno e il loro sacrificio non sono andati perduti, ma continueranno "a camminare sulle gambe delle persone".

legalità

GEMELLAGGIO 2018 (UN’ESPERIENZA INDIMENTICABILE!)

DIARIO DI BORDO

15/05/2018

La vigilia della partenza non stavo più nella pelle per l’emozione di partire… ero felice, ma anche preoccupato di rimanere spaesati in un paese che non avevo mai visto come Trentinara. La notte ho faticato ad addormentarmi, avevo un po’ di ansia. Il giorno della partenza mi sono svegliato pieno di entusiasmo, io con gli altri ambasciatori siamo saliti sul treno che ci avrebbe portato a Salerno. Il viaggio è stato molto lungo ma ci siamo comunque divertiti, fra chiacchierate con gli amici, tornei di “scala quaranta” e “uno!” e tante risate. Quando siamo arrivati a Paestum i professori trentinaresi ci hanno accolto e ci hanno accompagnati fino al municipio dove abbiamo conosciuto gli ospitanti. Dopo una calorosa accoglienza, siamo corsi a giocare al campo sportivo di Trentinara; tutto questo con un panorama mozzafiato. La cosa che mi ha colpito di più è il “volo dell’angelo”, un’attrazione nella quale ti “appendi” letteralmente ad un cavo di acciaio e viaggi, volando, da una collina all’altra del paese. La prima giornata è stata fantastica, unica pecca il tempo “pazzerello” tra grandinate e squarci di sole.

16 MAGGIO 2018 II GIORNO

E’ il secondo giorno, la sveglia è suonata da poco, colazione fatta, vestiti indosso e pronti per andare a scuola. Una volta arrivati lì, i ragazzi di Trentinara ci hanno accompagnati a visitare la loro bella e piccola scuola; siamo stati in palestra dove abbiamo fatto una partita di pallavolo, nell’aula di arte e nella loro classe composta da soli nove alunni. Dopo questa visita ci siamo recati ai vecchi mulini: per raggiungerli abbiamo fatto una lunga passeggiata molto bella, ma anche un po’stancante. Durante questa passeggiata, prof. e ragazzi hanno fatto una “gara” per chi riusciva a raccogliere più asparagi selvatici, che sfortunatamente da noi in  Lombardia non crescono. Abbiamo anche raccolto delle fragoline di bosco e dei fiori selvatici che hanno il sapore del miele. Una volta tornati ognuno nelle “proprie” case, abbiamo pranzato molto bene, come al solito,  e siamo andati al campetto tutto il pomeriggio a giocare. … ma la parte piu’ bella della giornata è stata la sera: dopo aver fatto una passeggiata per il centro storico di Trentinara e dopo aver visto il panorama mozzafiato che si presenta sul bel vedere, siamo andati  a mangiare al ristorante e al termine della cena abbiamo partecipato ad una serie di balli popolari con la compagnia di altre scuole.

17/05/2018
Come iniziare bene ogni nostra giornata: svegliarsi presto! Dopo una fugace notte di riposo, il suono assillante della sveglia si é fatto sentire! Odio questo rumore! La mattina l'unico suono che voglio sentire é... NULLA! Quel giorno avremmo fatto un sacco di cose e occorreva essere pieni d'energia!
Infatti siamo partiti in fretta e furia col pullman. Il viaggio é proceduto bene, anche grazie all'allegria e alla vivacità dei ragazzi di Casale Monferrato del Piemonte giunti come noi in Campania. Dopo una mezz'ora abbondante, siamo arrivati a Pioppi, una frazione marina del comune di Pollica. Ci siamo diretti verso il Castello Vinciprova, una fortezza imponente dove hanno sede il museo del mare e della dieta mediterranea.Lì ci siamo divisi in tre gruppi, uno iniziava la visita dal museo della dieta, un altro dal museo del mare e il terzo gruppo rimaneva fuori ad aspettare e riposarsi. Noi del Gemellaggio siamo capitati nel terzo... Meno male... Volevo proprio riposarmi... E penso anche gli altri... Davanti al Castello c'era la spiaggia e ovviamente... (non poteva mancare!) il mare. Il mare mi trasmette delle belle sensazioni: non riflette solo l'immagine del corpo, ma anche i sentimenti e i sogni di una persona! Dopo un po' di relax é toccato a noi visitare il museo della dieta. Appena entrati ci siamo ritrovati davanti una piramide alimentare, una struttura a forma di piramide che indica il tipo, la quantità e la frequenza di cibo da mangiare per una corretta alimentazione. Mentre la guida spiegava noi eravamo di fronte a tre spazi: il più importante era l'ufficio di Ancel Kyes, colui che, insieme alla moglie, scoprì che la Dieta Mediterranea é uno stile di vita, un modo per vivere meglio. Questo vuol dire che il cibo é molto importante per la salute. Poi siamo passati al museo del mare, dove abbiamo visto una moltitudine di pesci. La guida ci ha raccontato come vive, dove vive, cosa mangia e molte altre notizie su ogni pesce. Ci ho riflettuto un po': mi hanno molto colpita la mentalità e l'intelligenza di Ancel e la complessità e la bellezza di ogni pesce. Verso mezzogiorno siamo usciti dal castello e in tutta fretta ci siamo diretti verso Castellabate, un comune situato lungo la costiera cilentana, da dove abbiamo ammirato un incantevole panorama e visitato il set cinematografico del film "Benvenuti al Sud" di Luca Miniero. Più tardi abbiamo preso il pullman per recarci all'Hotel Cristallo dove abbiamo pranzato. Lì tutto si é svolto tranquillamente. Verso le 16:00 siamo partiti dal ristorante alla volte delle Grotte di Castelcivita, ricche di stalattiti e stalagmiti dalle svariate forme e colori.
Prima di entrare avevo già un presentimento positivo, mi aspettavo qualcosa di fiabesco e di meraviglioso, e quando ho visto le grotte il presentimento si é trasformato in realtà."

18/05/2018

Stamattina, dopo la colazione, ci siamo recati a scuola, dove abbiamo partecipato ad una lezione sulle emozioni. Essa consisteva nel parlare di cosa proviamo nei vari momenti delle giornate di scuola. Poi ci siamo diretti all'hotel Esplanade, per il premio Erica Fraiese. Una volta lì ci hanno coinvolto a partecipare a delle attività fino all'inizio della cerimonia, durante la quale abbiamo assistito alla premiazione dei lavori selezionati delle altre scuole. Infine hanno premiato anche noi del progetto gemellaggio. Dopo aver ritirato il premio abbiamo preso il pullman per andare a Paestum, dove abbiamo visitato il parco archeologico. I ragazzi di Trentinara sono stati la nostra guida durante la visita. Ognuno di loro parlava di un diverso monumento e lo hanno esposto brillantemente, anche per il fatto che il monumento e lo hanno esposto brillantemente, anche per il fatto che il loro prof. li avrebbe valutati. Siamo rimasti sbalorditi dall'imponenza dei Templi e dal fatto che nell'antichità costruivano già degli edifici così grandi. Dopo siamo andati al museo dove abbiamo visto il reperto più famoso del museo: la tomba del tuffatore (unica tomba dipinta dai greci). Tornati a casa ci siamo preparati per la pizzata che avrebbe concluso questi cinque giorni di gioia.

19/05/2018

Ci siamo, con le valigie pronte e il cuore pieno di rammarico per l’imminente partenza lasciamo Trentinara per dirigerci verso il caseificio “Il Tempio”. Assistiamo alla lavorazione della mozzarella e poi visitiamo l’allevamento delle bufale alcune delle quali avevano appena partorito. Poi acquistiamo la tanto celebrata mozzarella e tutti assieme raggiungiamo il borgo medievale di Agropoli e il suo castello. Altro scorcio paesaggistico unico. La brezza marina accarezzava la nostra pelle ma non poteva nulla contro le lacrime che scorrevano a causa del momento dei saluti con i nostri amici di Trentinara. Non vediamo l’ora di tornare per la gita di ottobre per riabbracciarli. Carichi di valigie, prodotti caseari ma soprattutto di un’esperienza indimenticabile siamo tornati a Uboldo.

gem1   gem2   gem3   gem4   gem5    gem6

ANCORA PODIO: SI CONTA DAVVERO!

Ancora Una volta sul podio! I magnifici 7 della classe 1^D, capitanati dalla prof.ssa Felicita Colombo, hanno ottenuto il Secondo posto al TORNEO DI GIOCHI MATEMATICI TRA CLASSI di SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO a Laveno Mombello o forse il sesto??? Per un errore relativo alla correzione, giunto tra l'altro giorni dopo la premiazione, sembrerebbe che il gruppo abbia meritato il sesto posto. Comunque sia andata certo è che mercoledì̀ 16 maggio 2018 alle ore 14.30 FEDERICO F. SILVIU T. ALBERTO R. ALBERTO P. NICOLO' G. LORENZO V. E VALENTINO M. hanno partecipato alla ventiduesima edizione dei GIOCHI MATEMATICI tra classi, torneo in cui le squadre, formate da un massimo di sette alunni e rappresentative delle proprie classi, si sono sfidate nella risoluzione di 10 quesiti logico-matematici mettendo in gioco le loro competenze logico-matematiche. Le aule della scuola Monteggia hanno ospitato 50 squadre provenienti da 23 scuole della provincia (Cislago, Comerio, Bisuschio, Binago, Busto Arsizio-Bellotti, Busto Arsizio-Crespi, Caravate, Castellanza-Manzoni, Castelveccana, Cuasso al Monte, Fino Mornasco, Gerenzano, Olgiate Comasco, Origgio, Saronno-Arcivescovile Castelli, Germignaga, Marnate, Mesenzana, Saronno Bascapé, Saronno-S.Agnese, Uboldo, Valmorea, Varese-Vidoletti, Laveno Mombello), fra cui le vincitrici dei tornei precedenti SEI, QUATTRO, TRE, DUE, tenutesi rispettivamente a Fino Mornasco, Germignaga, Binago, Gerenzano, dove i nostri gioielli hanno meritato il primo posto. Alle ore 16.30, al termine della gara, convinti della loro prova, anche se cauti per scaramanzia, i primini non hanno contenuto la loro gioia all'annuncio del Secondo posto. Un'altra bellissima coppa, ma soprattutto un altro gradino conquistato per la formazione personale. Che dire... bravi Ragazzi. Continuate così!!!

laveno1       laveno2

ECOCALENDARIO 2019

L’11 maggio si è tenuta presso i locali della Scuola Secondaria la giornata di presentazione del lavoro e dei risultati ottenuti nell’ambito del laboratorio di Cittadinanza ambientale. Alla presenza dell’amministrazione comunale, del dirigente scolastico e di numerosi genitori i ragazzi hanno illustrato le varie tappe del percorso che hanno portato a riflettere sulla possibilità di raggiungere la scuola in bici o a piedi anziché in auto e sull’impatto che ogni nostra azione ha sul pianeta Terra. Pensate che solamente nelle due giornate “Perché non a piedi” sono stati risparmiati 70 kg di CO2. Significativi i video prodotti dagli alunni che hanno testimoniato come sia facile e divertente incontrarsi per strada e arrivare assieme alle lezioni. Al termine della presentazione sono stati premiati i disegni che verranno pubblicati sull’ecocalendario del 2019.

GREEN1     GREEN2     GREEN3     

GREEN4    GREEN5

GEMELLAGGIO BIS

Diario di bordo

Noi ragazzi della scuola secondaria di Uboldo e quelli di Trentinara, in provincia di Salerno, assieme ai nostri professori, abbiamo organizzato un gemellaggio, ossia uno scambio culturale tra i due paesi, con lo scopo di far scoprire le bellezze dei territori italiani dal Sud al Nord.

Il giorno 2 maggio i ragazzi di Trentinara hanno preso il treno e ci hanno raggiunto presso la scuola Media.

Quando sono arrivati, faceva un freddo terribile e in più pioveva.

Non abbiamo fatto fatica a presentarci, abbiamo iniziato a parlare fin da subito come se ci conoscessimo da sempre.

Dopo questa breve presentazione, abbiamo raggiunto il Comune, per il discorso di benvenuto da parte della Preside e del Sindaco, dove ci aspettava un sontuoso rinfresco, con tanto di cibi e bevande.

L' attenzione di tutti è stata diretta fin da subito su un affresco che riproduce quello senese sul Buono e il cattivo governo, affresco che poi ci è stato spiegato dal Sindaco.

Finita quella esaustiva presentazione, era già ora di andare a prepararsi per una pizzata, che avrebbe segnato l'inizio di quest'avventura. Io ho ospitato Gianluigi, un ragazzo molto simpatico, che mi ha aiutato a scoprire nuovi aspetti dei suoi compagni di viaggio e nuove lingue, come ad esempio il loro dialetto...

Infine, tirati a lucido, ci siamo ritrovati al ristorante. Mi sono seduta vicino a Elisa, una ragazza assai dolce e gentile, con cui ho legato molto.

A mio parere la pizza che avevamo mangiato era squisita, ma i ragazzi di Trentinara non l'hanno apprezzata molto....

Assieme a Loreto, Irene, Elisa, Marianna, Gigi, Graziano e a Giuseppe i ragazzi di Uboldo (io, Bianca, Chiara, Andrea, Ale, Iris, Lory) hanno passato

una serata divertentissima!!!

3/5

Utilizzerei una sola parola per descrivere questa giornata: PIOGGIA, PIOGGIA E ANCORA PIOGGIA!!!:(

In realtà quando ci siamo diretti a scuola per passare la prima parte della mattinata, non pioveva poi così tanto, neanche quando ci siamo diretti in palestra per giocare a calcio.

Il cielo si è rannuvolato proprio quando siamo saliti sul bus per dirigerci alla stazione! Non so se è una mia impressione, ma questa io la chiamo proprio SFORTUNA!!!

Arrivati in stazione, abbiamo fatto una corsa un po' frettolosa, siamo arrivati giusto in tempo. E a ritmo di musica, il viaggio è proceduto fino a Milano.

Arrivati alla stazione di Milano Cadorna, abbiamo incontrato la professoressa di arte e immagine, che ci ha mostrato una scultura rappresentante un ago e un filo, simbolo della laboriosità e, ovviamente, della moda, di Milano. Devo dire che prima di arrivare alle Gallerie d’Italia, ci siamo fatti proprio un bel giretto e abbiamo visto il castello sforzesco, e poi il centro; certo che la storia ha il suo fascino, ma lo shopping non lo batte nessuno!!!

 

Insomma, dopo una bella camminata la vecchia banca tramutata ora in un museo d’ arte ci aspettava con la sua mostra “140 caratteri “, che voleva indicare il fatto che per scrivere un twit ci fossero a disposizione solo 140 caratteri. La mostra ci ha fatto affrontare una serie di tematiche artistiche, ovvero:

  • Il paesaggio;
  • I colori;
  • La forma;
  • Il bianco;
  • Lo spazio.

Lo scopo finale era quello di scrivere una frase significativa per ognuno dei temi, che poi sarebbe stata pubblicata sul sito delle gallerie d’ Italia… che emozione!

PRANZO; FINALMENTE PRANZO!!! Siamo andati a mangiare da Mc Donald’ s; ci siamo divertiti tantissimo!

Quel giorno la fortuna era coperta dalle nuvole come quelle che coprivano il sole a Milano; infatti nel pomeriggio in programma c’era la visita al tetto  del Duomo di Milano, solo che a causa della pioggia era stata annullata!!! Che ingiustizia… In compenso, abbiamo fatto un giro per i negozi più chic di Milano, e una passeggiata per le vie della moda con la M maiuscola per eccellenza… insomma, che posso dire, la magia di un po’ di sano shopping. Durante il viaggio di ritorno, ci siamo accordati per trovarci a fare un giro per Uboldo, per poi ritrovarci con il prof alle 20.30 in oratorio per una cena comune piuttosto sfiziosa… e poi abbiamo organizzato dei tornei; sia mia mamma che mio papà erano imbattibili!!! In fin dei conti è stata una serata da non dimenticare!

4/5/18

E come degli eroi, ci siamo rialzati per andare a scuola”. Subito arrivati, ho notato che in tutte le classi i vari studenti si sono dimostrati molto affettuosi nei confronti degli ospiti, cosa che mi ha fatto molto piacere.

Ma non avevamo tempo da perdere, infatti il treno per Laveno ci aspettava: devo dire che è stato un viaggio veramente stancante perché per quanto potessimo essere carichi, il viaggio era lungo e le energie si facevano via via più deboli. Dopo ben un’ora e mezza ci fermiamo solo per mangiare un pezzo di merenda che ci aveva offerto la scuola e poi ripartiamo per prendere il traghetto e per raggiungere villa Taranto, un luogo incentrato sulla botanica e sui tipi rari di piante e fiori: noi ragazzi siamo rimasti affascinati da quel luogo incantato tra foreste e fiori e cascate, e ovviamente dal pozzo con i soldi gettati dentro. Io l’ho trovato un luogo magico e incantevole. E alla fine del percorso abbiamo trovato la simpatica nonnina di Elisa che ci ha tenuto ottima compagnia. Quella visita è stata particolarmente panoramica anche grazie alla passeggiata di ritorno sul lungo lago per tornare a Laveno e soprattutto, per mangiarci uno dei gelati più buoni della zona (gli interessi della vita).

Ma non facciamo in tempo a finire una cosa che dobbiamo cominciarne un’altra. Dovevamo per l’appunto andare a teatro per vedere la rappresentazione teatrale dei ragazzi delle seconde liberamente ispirata al romanzo “Il maestro nuovo”, e ci hanno fatto sbellicare dalle risate, sono stati dei miti, esattamente come quelli che hanno rappresentato.

E dopo questo spettacolo ci siamo riuniti a casa di Bianca per passare trenta minuti insieme, ma non troppo tardi, perché poi un’altra impegnativa giornata ci aspettava.

5/5/18

Ore 8.00 …. Ditemi se era normale farci svegliare a quell’ora anche di sabato! Infatti dovevamo dirigerci in comune per passare un momento assieme al sindaco e a tutti gli altri. Poi caricate le valigie siamo andati a un museo di Saronno riguardante le fabbriche cittadine nel novecento e per mostrare i mezzi che si usavano. Inoltre abbiamo incontrato una partigiana di nome Ivonne che ci ha raccontato la sua testimonianza toccante e appassionata sugli episodi che hanno preceduto la liberazione; è una cosa che ci ha colpito nel profondo, dato che queste sono pagine di storia. In più si è complimentata con noi per l’alto valore di unione che rappresenta il gemellaggio e ricevere questo genere di complimento da lei è stato un vero onore!

Ed ecco arrivare il momento più triste della giornata: i saluti. Ci siamo commossi tutti, cosa che non accade molto spesso, ma quando accade lascia ancora di più senza parole…

Ora con ansia attendiamo ottobre per rivederci tutti assieme.

By:

Carola Lovati

Irene: divertentissima

Elisa: dolce e sensibile

Marianna: imprevedibile

Loreto: ultra-simpatico

Gianluigi: scherzoso

Graziano: fotografo professionista

Giuseppe: amante della pizza

Bianca: amica modello

Iris: pronta a tutto

Lorenzo: strappa-risate

Chiara: super- solare

Alessandro: iper- simpatico

Andrea: fratello gemello di Gigi

  GEMEL1       GEMEL2                                                                                     

    GEMEL3         gem1          gem2       gem3     gem4         gem5            gem6      gem7

PISTAAA...ARRIVANO LE PRIME

In due giornate diverse, le classi Prime si sono rese protagoniste di una gita in montagna, all'insegna della prova di resistenza su neve...ripide discese...percorsi tibetani a prova di bicipiti e vertigini, e tanto sano divertimento. Luogo prescelto Lizzola, che, neppure a dirlo, attendeva con molta e soffice neve, appena regalata da un prolungato inverno, i pionieri del freddo. Ovviamente il tutto è stato accompagnato da un gradito e prelibato pranzo nel ristorante locale, per restituire le forze ai giovani alpinisti, che nel pomeriggio avrebbero ripreso le sfide personali contro o meglio a favore del meraviglioso spettacolo offerto dalla Natura.

GITA 6 TARABOTTI 360x640     GIAT3 640x360           GITA4 640x360 

 GITA5 CIASPOLE 360x640     GITA2 640x360  gita 1b  gita 1  gita 1a

Indagine alimentazione

Cosa mangi?

SCEGLI UN GIORNO DELLA TUA SETTIMANA E INSERISCI COSA HAI MANGIATO (puoi dare più risposte)

Solo per le classi seconde

Clicca su questionario

QUESTIONARIO

 

INSIEME SI CONTA

UNO PER TUTTI...TUTTI PER UNO
Venerdì 9 marzo presso la Scuola Media di Gerenzano si è svolto il sedicesimo Torneo di Giochi matematici tra classi di Scuola Secondaria provenienti da varie parti del territorio.
Circa 64 i gruppi partecipanti, tra prime seconde e terze Medie, selezionati precedentemente all'interno dei singoli Istituti. Quest'anno il primo posto, tra le tante classi Prime partecipanti, è stato conquistato dal gruppo della classe 1D, scuola Secondaria Manzoni di Uboldo, capitanati dalla professoressa Felicita Colombo. Il gruppo dei meritevoli è composto dagli alunni Farauanu Federico, Gessa Nicolò, Manini Valentino, Pogliani Alberto, Ripamonti Alberto, Verzeni Lorenzo. A tutti loro un grosso plauso e un in bocca al lupo per lo scontro provinciale che li vedrà tra i protagonisti del torneo di Laveno il prossimo maggio.
 
GIOCHI1 640x360  GIOCHI2 640x609    GIOCHI3