Benvenuto ai nuovi alunni delle classi Prime

Il 12 settembre 2018 i bambini delle classi prime e le loro famiglie sono stati accolti nell'atrio della Scuola Primaria “Alessandro Manzoni” dagli Insegnanti e dagli alunni di classe quinta. Ciascun bambino ha ricevuto una “chiave” per accedere al nuovo percorso nella Scuola dei Grandi. Auguri per questa nuova impresa ai nuovi alunni, ai genitori e agli Insegnanti.

Prime 1  Prime 2  Prime 3  Prime 4

Prime 5  Prime 6  Prime 7  Prime 8

Picnic ultimi giorni di scuola...

La bella stagione fa venire voglia di trascorrere le giornate all’aria aperta, magari organizzando un bellissimo Picnic. E quale occasione migliore se non sfruttare gli ultimi giorni di Scuola?

Così, il giorno 07 giugno, tutti i bambini della Scuola Primaria si sono ritrovati nel giardino e, all’ombra degli alberi, hanno consumato la merenda.

Come la tradizione prevede, gli insegnanti hanno preparato sul prato le tipiche tovaglie da picnic a scacchi e i bambini hanno consumato il loro pranzo.

Tutti erano davvero entusiasti di poter partecipare a questo fantastico picnic nel giardino della loro scuola. E dopo il Picnic un bel gelato artigianale. Una giornata che di certo non dimenticheranno!!!

Picnic 1 censored Picnic 2 censored Picnic 3 censored Picnic 4 censored 

Picnic 5 censored Picnic 6 censored Picnic 7 censored Picnic 8 censored 

 

Progetto Educazione Stradale classi Terze-Quarte-Quinte

La strada agli occhi dei bambini si presenta come un mondo magico: colori, sorprese, attrattive la rendono luogo molto amato. E’ compito della scuola aiutare i piccoli a prendere coscienza di questa realtà affascinante, ma allo stesso tempo piena di pericoli. Tale compito si colloca nel quadro delle iniziative già affidate alla scuola, in quanto ambiente educativo di apprendimento, di rispondere in maniera adeguata alla complessità crescente della società contemporanea. L’educazione stradale costituisce, pertanto, uno strumento fondamentale per lo sviluppo del comportamento individuale di gruppo e nel tempo nello spazio, e deve mirare all’obiettivo dell’acquisizione progressiva delle conoscenze e delle abilità indispensabili perché l’individuo sia salvaguardato e tutelato per l’intero arco della vita. L’educazione stradale rientra, quindi, opportunamente, nelle finalità generali che la scuola primaria si prefigge, ossia la formazione dell’uomo e del cittadino. L’obiettivo comune è di rendere gli alunni consapevoli dei loro comportamenti, togliendoli dalla sfera della casualità e dell’occasionalità per approdare all’intenzionalità. La scoperta della necessità di norme valide per tutti, offre ai bambini l’occasione per costruire regole di comportamento e di rispettarle in quanto frutto di elaborazione comune. La scuola elementare, quindi, propone l’educazione stradale intesa come strumento per lo sviluppo dell’autonomia e della responsabilità personale avviando gli alunni a divenire utenti più sicuri e consapevoli del sistema stradale. Si ringraziano l'Amministrazione Comunale, il Vigile di Origgio Tony, il signor Batista dell’Associazione Carabinieri in congedo di Origgio e il signor Caputo, sempre presenti e disponibili.

Ed Stradale 1 censored Ed Stradale 2 censored Ed Stradale 3 censored 

Ed Stradale 4 censored Ed Stradale 5 censored Ed Stradale 6 

5 giugno: "Giornata Mondiale dell'ambiente"

La giornata mondiale dell’ambiente è una festa in onore dell’ambiente proclamata dall’Assemblea delle Nazioni Unite nel 1972 a Stoccolma, in Svezia. In quell’occasione ha preso forma anche il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente, con l’obiettivo di impegnarsi nella promozione della tutela ambientale e nell’utilizzo sostenibile delle risorse naturali. Celebrata il 5 giugno, questa ricorrenza è un’ulteriore occasione per riflettere sulle numerose problematiche che affliggono il nostro Pianeta. La data è stata scelta proprio in memoria del summit delle Nazioni Unite avvenuto quel giorno del 1972. Inquinamento, cambiamenti climatici e surriscaldamento globale, effetto serra solo sono alcuni delle piaghe su cui ci si trova a dibattere.

Anche le azioni individuali possono diventare uno strumento fondamentale per un necessario cambiamento di rotta. Un piccolo gesto operato dal singolo diventa un’azione collettiva di contrasto alle numerose problematiche che affliggono l’ambiente. Noi come Scuola, nel nostro piccolo, abbiamo invitato genitori ed alunni a venire a scuola a piedi o in bicicletta. Gli alunni delle Seconde hanno effettuato un'indagine in tutte le classi per conoscere i mezzi usati per venire a Scuola e scritto questo invito: "Siamo una Green School e vogliamo dimostrarlo! Per farlo ci serve la vostra collaborazione! Il 5 giugno è la "Giornata mondiale dell'ambiente" e noi bambini della Scuola Primaria "Alessandro Manzoni" di Origgio invitiamo i nostri genitori ad accompagnarci a scuola a piedi o in bicicletta! Lasciamo a casa i mezzi inquinanti per sostenere il nostro ambiente!"

Giornata dellambiente 1 censored Giornata dellambiente 2 censored Giornata dellambiente 3 censored censored Giornata dellambiente 4 censored 

Giornata dellambiente 5 censored Giornata dellambiente 6 censored Giornata dellambiente 7 censored Cartellone Ambiente 

5-6 giugno, visita d'istruzione delle classi Quinte a Verona, Sirmione e Desenzano sul Garda 

Martedì 5 giugno le classi quinte si sono recate a Verona per visitare la città.

Gli alunni sono rimasti affascinati nell'ammirare l'Arena di Verona, simbolo della città, Porta Borsari (una porta delle antiche mura romane), Piazza delle Erbe, Piazza dei Signori, le Arche Scaligere e il famoso balcone di Giulietta, sempre accompagnati da una guida turistica d'eccezione: Catullo.

Alla fine, come sempre, l’acquisto irrinunciabile dei classici souvenir!

Mercoledì 6 a Sirmione hanno potuto visitare Le Grotte di Catullo, a dispetto del nome, non sono affatto delle grotte: poste all’estremità della penisola di Sirmione, in una splendida posizione panoramica, le grotte non sono altro che i resti di una villa romana, che secondo la tradizione apparteneva alla famiglia del poeta Catullo, l’esempio più grandioso di edificio signorile privato di tutta l’Italia settentrionale.
Sono chiamate grotte in quanto nel Rinascimento venivano chiamate “grotte” o “caverne” le strutture diroccate, ricoperte di vegetazione, entro le quali si penetrava come in cavità naturali.

A Desenzano la più importante testimonianza archeologica delle grandi villae tardo antiche nell'Italia settentrionale.I resti, scoperti a partire dal 1921-1923, sono riferibili a più fasi databili tra la fine del I sec. a.C. e il V sec. d.C. e si distinguono per l'eccezionale complesso delle pavimentazioni a mosaico.

Verona 1 censored Verona 2 censored Verona 3 censored Verona 4 censored 

Verona 5 censored Verona 6 censored Verona 7 censored Verona 8 censored 

Sabato 26 maggio Festa dello Sport

La “Festa dello Sport” ha come obiettivo l’utilizzo dell’attività fisica come collante sociale, principio educativo e modello di vita da proporre nel percorso formativo dei bambini. Tutti gli alunni della Scuola Primaria di Origgio hanno partecipato a una vera e propria festa dello sport che ha coinvolto in tutto circa trecentosessanta bambini. Tantissimi giochi a squadre per un’esperienza sportiva di festa e divertimento in un contesto ludico e giocoso, di inclusività e integrazione di tutte le diversità, ma anche di riflessione dei valori educativi dello sport, in grado di veicolare il senso del fair-play come scelta di vita, per imparare ad essere leali nel gioco e nella vita quotidiana, educando alla legalità e al rispetto. Si ringrazia la Polisportiva Airoldi e Don Riccardo.

Sport 1 Sport 2 Sport 3 Sport 4

Sport 5 Sport 6 Sport 7 Sport 8

 

I bambini dell'Infanzia in visita alla Scuola dei "Grandi"

Da diversi anni sono previste nel Piano dell’Offerta Formativa del nostro Istituto le attività di accoglienza che, in stretta relazione con quelle svolte nel progetto di continuità, rispondono all’esigenza di accompagnare l’ingresso a scuola dei bambini nella consapevolezza che i primi giorni di scuola segnano per loro e per le famiglie un tempo carico di aspettative, ma anche di timori. Le attività di accoglienza sono quindi fondamentali per l’avvio di un proficuo percorso formativo.

La scuola si impegna a favorire l’accoglienza, l’inserimento e l’integrazione degli alunni con particolare riguardo alla fase d’ingresso delle classi iniziali e alle situazioni di maggiore necessità. L’istituto, prima dell’inizio dell’anno scolastico, promuove l’accoglienza organizzando incontri con le famiglie degli alunni delle classi in entrata per illustrare le finalità, gli obiettivi educativi-didattici e l’organizzazione della scuola.

Alla fine dell’anno scolastico è prevista la visita degli alunni della Scuola dell’Infanzia alla Scuola Primaria. In occasione di questa visita sono previste delle attività tra i futuri alunni delle Prime e gli alunni uscenti delle Quinte. Queste attività servono per affrontare serenamente e in modo graduale le novità relative all’ambiente ed alle figure di riferimento.

Accoglienza 1 Accoglienza 2 Accoglienza 3 Accoglienza 4 

 

Classi Quinte in visita al 3° Reparto Mobile della Polizia di Stato di Milano

Oggi i pullman del 3° Reparto Mobile della Polizia di Stato di Milano sono venuti a prendere gli alunni delle classi Quinte della Scuola Primaria di Origgio per visitare la Caserma Operativa. A bordo, oltre a Luigi e Marco, due poliziotti, il Vigile Tony, il signor Batista dell’Associazione Carabinieri in congedo di Origgio e il signor Caputo. Il gruppo ha trascorso l’intera mattinata alla sede centrale del 3° Reparto Mobile, visionando uffici e mezzi stradali. “E’ da tanti anni che facciamo questo progetto con le scuole – afferma il poliziotto Luigi, guida della giornata – così gli studenti capiscono con mano il lavoro che facciamo”. La sede, che si trova in zona Bicocca a Milano, ospita circa 530 poliziotti del reparto mobile, che ogni giorno si spostano su tutto il territorio nazionale. Ma oltre al reparto mobile, si trovano anche il reparto cinofilo, quello a cavallo, i tiratori scelti, il poligono di tiro, il centro polifunzionale medico. Dopo aver visto i mezzi della polizia, i ragazzi hanno partecipato ad un incontro sul cyberbullismo, e i pericoli che nascondono i social network. Ultima tappa la visita al centro unico per le emergenze che risponde al numero 112, per capire dal vivo come funziona. Dopo il pranzo con i poliziotti, gli studenti sono rientrati a scuola entusiasti dell’esperienza vissuta.

Polizia1  Polizia2 Polizia3 Polizia4 

Polizia5 Polizia6 Polizia8 Polizia7 

                                          Polizia9 Polizia10                        

 

Progetto Cyberbullismo Classi Quinte

Jonas Como, Onlus composta da psicologi e psicoterapeuti ad orientamento psicoanalitico ha proposto, oltre ad altri progetti già sviluppati nell'intero istituto comprensivo, un intervento sul fenomeno del Cyberbullismo e bullismo nelle classi quinte elementari ad Origgio. L'operatore ha incontrato le classi con l'obiettivo di porre l’attenzione sul tema e di dare il via ad un dialogo che potesse permettere agli studenti di implicarsi maggiormente in termini di responsabilità. 
Nel corso dei due incontri gli alunni hanno partecipato mostrando interesse per i temi proposti e dialogando con l'operatore e con gli insegnanti dando vita ad un interessante scambio di opinioni e pensieri.
Al termine di questi momenti i ragazzi, in piccoli gruppi, hanno potuto dare sfogo alla loro fantasia creando numerosi cartelloni con fumetti, storie, frasi in rima, slogan sul tema del progetto, presentando poi il lavoro in un momento condiviso fra tutte le classi quinte e lasciando a disposizione quanto prodotto a tutta la scuola.
Jonas ha poi rilasciato ad ogni classe quinta un attestato simbolico di partecipazione al progetto.
Un sentito ringraziamento va agli insegnanti che hanno approfondito la problematica mantenendo sempre vivo il tema anche durante le proprie ore scolastiche.
Nel corso dell'anno anche la cittadinanza di Origgio è stata coinvolta in serate di informazione e sensibilizzazione rispetto al fenomeno in questione attraverso un dialogo fra i diversi attori in gioco, valorizzando saperi, competenze ed esperienze di cui sono portatori.
I genitori degli alunni hanno accolto con interesse il dispositivo proposto da Jonas dei "Gruppi di parola". Sei incontri, condotti da due operatori, che hanno dato l’opportunità ai soggetti motivati di dare seguito al discorso sviluppato nel ciclo di incontri in una logica di maggior coinvolgimento e soggettivazione.
 
Un ultimo grazie va ai bambini: il loro vivo interesse è stato il vero motore del progetto.
Cyber 1 censored Cyber 2 censored Cyber 3 censored
 
 
Cyber 4 censored Cyber 5 censored Cyber 6 censored
 
 
                                                      Cyber 7 censored

M'illumino di meno 23 febbraio 2018

Copertina M illumino

“M'Illumino di meno” è un'iniziativa simbolica finalizzata alla sensibilizzazione al Risparmio Energetico lanciata nel 2005 dalla trasmissione radiofonica “Caterpiller” di Rai Radio 2 condotta da Massimo Cirri e Filippo Solibello.

Prende il nome dai celebri versi di “Mattina” di Giuseppe Ungaretti ("M'illumino d'immenso"), ed è organizzata intorno al 16 febbraio, giorno in cui ricorre l'entrata in vigore del Protocollo di Kyoto.

La campagna, lanciata a livello nazionale dai microfoni di Rai Radio 2, invita a ridurre al minimo il consumo energetico, spegnendo il maggior numero di dispositivi elettrici non indispensabili. Inizialmente rivolta ai soli cittadini, è stata accolta con successo dapprima a livello locale, con adesioni da parte dei singoli comuni, ed in seguito dalla Presidenza Del Consiglio Dei Ministri con il patrocinio del Ministro dell'ambiente.

Anche Noi “bambini del futuro” possiamo fare qualcosa. In questa giornata così importante, gli alunni di classe quinta hanno stilato e divulgato insieme in tutte le classi della Scuola il “decalogo del risparmio energetico” per non sprecare energia già con piccole azioni quotidiane e quindi non inquinare.

M illumino 1   M illumino 4 

M illumino 2   M illumino 3


I manufatti "Green School"delle Quarte

Le classi quarte della scuola primaria "A.Manzoni" di Origgio hanno scelto di proseguire con le buone pratiche, messe in atto già nell'anno scolastico precedente, impegnandosi nel RIUSO CREATIVO di alcuni materiali di scarto prodotti soprattutto nel plesso o anche a casa: i RIFIUTI DIVENTANO RISORSE, si riducono gli sprechi e si sviluppa la fantasia. 

Alcune produzioni, in occasione delle festività, sono state realizzate, con:

- ritagli di carta e cartoncini avanzati o utilizzati per precedenti lavori,

- bottiglie di plastica vuote della mensa,

- piatti e bicchieri residui delle feste di compleanno in classe, 

- imballaggi vuoti portati da casa.

Le classi quarte hanno anche scelto 

1) un PROGETTO di RIDUZIONE DELLO SPRECO ALIMENTARE: ogni giorno gli alunni portano a casa, nei contenitori forniti dalle famiglie, le proprie porzioni di pane e frutta non consumate in mensa.

-un PROGETTO DI RIDUZIONE DELL'USO DI MATERIALI E OGGETTI USA E GETTA : i bambini,sempre con il supporto delle famiglie, si stanno impegnando a utilizzare una borraccia per l'acqua al posto delle bottigliette di plastica usa e getta.

Fra 1 Fra 2 Fra 3 

Fra 4  Fra 5 Fra 6 

 

                              Fra 7                 Fra 8

"La Scuola Alla Scala" 18 dicembre 2017

Lunedì 18 dicembre tutti gli alunni delle classi quinte della Scuola Primaria dell'Istituto si sono trasferiti al “Teatro alla Scala” di Milano per assistere all’opera lirica “Il Barbiere di Siviglia” di Rossini. Ad accompagnare gli alunni c’erano gli Insegnanti e la Preside. Perché la scelta di andare “Alla Scala”? Perché abbiamo creduto alla proposta della Direzione del Teatro, attenta ad avvicinare i bambini all’opera lirica in uno spazio meraviglioso come quello del Teatro di Milano. Così è stato: possiamo dire che l’opera è ben progettata, effervescente, di durata giusta per il pubblico dei bambini, pulita dai virtuosismi. Inoltre è stato evidente il collegamento tra lo spirito frizzante dei giovani cantanti dell’Accademia e il pubblico dei bambini.

La Scala           La Scala 1

La Scala 2           La Scala 3